Andrea Di Robilant 5 luglio
Proseguono gli "Incontri con l'autore e con il vino" di Lignano Pineta, promossi dall’Associazione Lignano nel Terzo Millennio e curati dallo scrittore Alberto Garlini e dal tecnologo alimentare Giovanni Munisso. Giovedì 5 luglio alle 18.30 al Palapineta Andrea Di Robilant e il suo Autunno a Venezia. Hemingway e l’ultima musa (Corbaccio), in collaborazione con Premio Hemingway.

Un racconto che inizia dal ritorno in Italia dopo vent’anni di Hemingway, un viaggio nell’Italia del dopoguerra che durerà otto mesi: da Genova a Milano, da Stresa a Cortina, infine a Venezia, che non ha mai visto, e tra un martini all’Harry’s Bar e una battuta di caccia in laguna, rimane incantato dalla città. Incontra Adriana Ivancich, una bella ragazza veneziana di appena diciotto anni e se ne innamora perdutamente. Nasce un legame complicato e scandaloso che inciderà profondamente sulla vita di tutti e due. Adriana diventa la musa dello scrittore nel senso più classico: grazie a lei Hemingway ritrova l’ispirazione perduta e ricomincia a scrivere, è lei la Renata di Di là dal fiume e tra gli alberi. Adriana lo segue a Cuba. È una stagione tormentata. Ma con lei al suo fianco Hemingway riesce a completare la sua opera scrivendo Il vecchio e il mare, che gli vale il Pulitzer e poi il Nobel.

E l’azienda agricola Valentino Butussi di Corno di Rosazzo (Ud) per l’occasione, presenta il Pinot Grigio Ramato DOC FCO 2017. Un vino dal colore ramato, al naso ricorda i fiori di campo, frutta fresca e piccoli frutti rossi di sottobosco. Al palato risulta asciutto, vellutato, di grande carattere e persistenza. Una piccola parte (25%).viene vinificata in bianco; una parte circa il 40% viene posto in macerazione a freddo per 24 ore, per un’estrazione maggiore della parte rosata. Per entrambe una spremitura soffice e un inizio con fermentazione indigena aiutata poi a metà dall’aggiunta di una piccola quantità di lievito per completare la fermentazione. La parte restante delle uve viene pigiata, raffreddata a 7 gradi e lasciata a macerare fino all’inizio della fermentazione indigena (normalmente dai 5 ai 6 giorni). Il macerato viene posto in torchio e spremuto a pressione minima, il mosto così ottenuto continua la sua fermentazione in botti di 2° e 3° passaggio, in rovere non tostato di capienza 5/7 ettolitri. Un mese prima dell’imbottigliamento le tre diverse vinificazioni vengono unite a formare un unico vino.


Gli Incontri con l’autore e con il vino sono organizzati dall’Associazione Culturale Lignano nel Terzo Millennio e curati da Alberto Garlini e Giovanni Munisso; la manifestazione e le iniziative collegate hanno il sostegno di Città di Lignano Sabbiadoro Assessorato alla Cultura ed ERSA - Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, Regione FVG, Civibank, Società Lignano Pineta, Porto turistico Marina UnoResort, Hotel Ristorante President Lignano, FrigoMEC, Marina Punta Verde, Ma.In.Cart., Nuova Saldotermica, VDE Viol, Dersut Caffè, Dante Nosella, O.T. Ombrellificio Toscano, Prestige - Defense & Security,Panificio Pasticceria Gobatto, Koki, Lignano Banda Larga, Acqua Pradis, Legnolandia, Viva Radio, Consorzio DOC FVG.


Elenco News          < Precedente   l   Successiva >